ANNO VII - NUMERO 15 - 8 LUGLIO 2020

Safety Leadership Event, strepitoso successo dell’evento organizzato dalla Fondazione LHS

0

“Non esistono incidenti intelligenti, tutti gli incidenti sono stupidi, ciascuno a modo suo, si capisce, altrimenti sarebbe troppo facile prevederli, e qualcuno è stupido in modo scoraggiante”.

Inizia così la lettura di Francesco La RosaPresidente di Fondazione LHS, in apertura della prima edizione del Safety Leadership Event, lo scorso 18 ottobre a Bologna, davanti a una platea di 400 persone arrivate da tutta Italia per partecipare all’unico evento nazionale interamente dedicato alla leadership e alla comunicazione in ambito Salute e Sicurezza.

Dopo le emozioni dei racconti di La Rosa, i partecipanti – tutti rappresentanti di aziende e professionisti di riferimento del settore salute e sicurezza – hanno assistito alla proiezione del film “The Safer The Better” introdotta dal regista londinese Paul Katis. Il mediometraggio di Pukka, pluripremiato a livello internazionale, racconta in modo crudo e impietoso la storia vera di un incidente sul lavoro, invitando a riflettere sulle cause che lo hanno determinato e sulle dolorose conseguenze per vittime e familiari.

È possibile evitare di gestire questo tipo di emergenze sul lavoro? Come si possono ispirare le persone in azienda, ma non solo, ad assumere comportamenti sempre più sicuri?

20161024_sleNe ha discusso Sebastiano Barisoni, vicedirettore esecutivo di Radio24, con Stefano Donnarumma, direttore reti di a2a, Carlo Galimberti, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Gianluca Lo Stimolo, esperto di comunicazione e Daniele Barbone, imprenditore e maratoneta e con il regista Paul Katis.  Insieme hanno tentato di definire cosa significa essere un leader in sicurezza e quali sono i modi per comunicare la sicurezza in modo efficace e innovativo nel proprio contesto professionale.

Dal confronto, è emerso come spesso le responsabilità di un incidente siano da ricercare lungo tutta la catena di comando e nell’ambito culturale in cui si opera. Il cambiamento è possibile, dunque, costruendo una solida cultura HSE e incentivando stili di leadership maturi. Donnarumma ha puntato l’attenzione sulla necessità di adoperare in azienda la stessa cura che si avrebbe con i propri figli ma anche di sradicare i comportamenti tossici e negativi in colleghi e collaboratori, mentre Galimberti ha evidenziato l’esigenza di adottare strategie e linguaggi di comunicazione innovativi ed efficaci in base al contesto.

L’esperienza dei partecipanti è stata resa indimenticabile dai tanti momenti di letteratura, cinema, teatro e musica che hanno caratterizzato la giornata.

Densa di emozioni la performance teatrale di Rossolevante, a cui è seguita l’assegnazione del Safety Leadership Award 2016. Giammarco Mereu, l’attore ex operaio, vittima di un incidente sul lavoro, è stato premiato da Andrea Forzan, vice presidente della Fondazione LHS “Per essersi fatto portavoce di tutti coloro che hanno subito un grave infortunio sul lavoro. Per il coraggio di portare in scena quei momenti tremendi che gli hanno cambiato la vita”.

In chiusura, il live del rapper D-Trip che con la sua “Jim’s story” ha messo in rima l’importanza della prevenzione.

Ideato e condotto da Davide Scotti, segretario generale di Fondazione LHS, e fortemente voluto dagli Ambasciatori di Italia Loves Sicurezza, il Safety Leadership Event è un evento unico e innovativo nel panorama internazionale, che vuole superare le modalità tradizionali della formazione e della divulgazione in materia di salute e di sicurezza. Andando oltre la logica del convegno e del seminario, offre ai partecipanti l’opportunità di sperimentare direttamente alcuni degli strumenti presentati e mira a diventare un appuntamento ricorrente.

L’edizione di quest’anno ha rappresentato una tappa fondamentale del cammino intrapreso da Italia Loves Sicurezza (ILS), il movimento di persone che stanno contribuendo a cambiare la cultura della sicurezza in Italia.

Per celebrare la giornata Mondiale della Salute e della Sicurezza sul lavoro 2016, oltre cento Ambasciatori di ILS hanno organizzato un evento nella propria città per promuovere l’adozione di comportamenti più sicuri, con l’obiettivo di ridurre le circa 900 morti all’anno dovute a incidenti sul lavoro. Le iniziative locali realizzate da professionisti, aziende pubbliche e private, università e associazioni, anche grazie al web, hanno coinvolto oltre 200.000 persone in tutta Italia.

A giudicare dall’interesse mostrato dai partecipanti al Safety Leadership Evento, il roadshow di Italia Loves Sicurezza 2017 si preannuncia memorabile.

 

Safety Focus – Anno III – Numero 13 – 24 Ottobre 2016

Share.

About Author

Comments are closed.