ANNO VII - NUMERO 6 Speciale - 9 MARZO 2020

Auto elettriche, stacca-batteria in caso di incidente per i soccorsi

0

di Mario STIGLIANO

 

Nel precedente numero abbiamo trattato l’argomento degli interventi nel caso di emergenza sui veicoli elettrici (Linee guida dei Vigili del Fuoco per l’intervento su veicoli elettrici http://www.safetyfocus.it/vvf_soccorso_veicoli_elettrici/ ) considerata l’attuale incremento dei mezzi. Nelle auto elettriche più sono presenti dei sistemi stacca-batteria automatici che aiutano i soccorritori e impediscono la folgorazione o l’incendio.

 

Soprattutto per i soccorritori il rischio di folgorazione e di incendio sono i principali pericoli nel caso di intervento su auto elettriche, nonché la necessità di conoscenza della norma CEI 11-27 per operare su sistemi elettrici sotto tensione o in prossimità.

Nell’intervento su un’auto elettrica dopo un incidente la procedura di sicurezza per il soccorso meccanico e per i Vigili del Fuoco è la seguente:

  1. Messa in sicurezza del mezzo;
  2. Staccare la batteria;
  3. Intervento su feriti o spostamento dell’auto dalla scena dell’incidente.

Nel database delle auto elettriche è indicata la posizione del connettore di emergenza della batteria, la maggior parte delle volte di difficile accesso dopo un incidente. Questo porta – molto spesso – ad effettuare altre manovre come quella del trancio dei cavi per scollegare la batteria, con tutte le accortezze previste dalla norma CEI 11-27.

Molto spesso il primo intervento viene effettuato dagli altri automobilisti che si trovano sulla scena dell’incidente e questo può portare ulteriori pericoli per persone non specializzate o che non riconoscono il veicolo elettrico. Per questo motivo Bosch ha ideato dei sensori automatici stacca-batteria che in modo simile all’airbag si attivano in caso d’incidente. Si tratta di microchip dotati di piccole cariche esplosive che interrompono l’impianto elettrico dalla batteria agli altri componenti dell’auto. Per convenzione i cavi ad alta tensione delle auto sono contrassegnati dal colore arancione, ma individuarli non è facile. In questi casi la corrente della batteria potrebbe arrivare alla carrozzeria con possibilità di folgorazione dei primi soccorritori.

Lo stacca-batteria automatico si basa su un semiconduttore che attiva un fusibile che si brucia. Se l’auto elettrica è coinvolta in un incidente e si attivano gli airbag, si attivano anche i pirofusibili sui cavi ad alta tensione interrompendo il collegamento tra l’elettronica di potenza e la batteria dell’auto elettrica.

 

Safety Focus – Anno VI – Numero 15 – 15 dicembre 2019

Share.

About Author

Comments are closed.